Report ABI marzo 2018 mutui casa

Continua a crescere il volume dei mutui erogati agli italiani

Il bollettino di aprile dell’ABI conferma i buoni segnali di ripresa da parte del comparto creditizio tricolore. Come da attese, infatti, è in crescita la dinamica del totale dei prestiti alle famiglie, con un incremento che riguarda  altresì quello dei mutui casa, il cui stock – a febbraio 2018 – risultava essere maggiore del 2,6% su base tendenziale. Una buona notizia che, in aggiunta, risulta essere influenzata da una vera e propria impennata dei nuovi mutui, in grado di aprire le porte a un 2018 che potrebbe certificare la definitiva uscita dalle criticità. Continua a leggere Continua a crescere il volume dei mutui erogati agli italiani

Milano, boom delle compravendite immobiliari a fine 2017

I dati ufficiali dell’Osservatorio del mercato immobiliare italiano, pubblicati pochi giorni fa dall’Agenzia delle Entrate, confermano che Milano, insieme a Firenze, è la grande città più dinamica della Penisola per quanto concerne la crescita dei volumi delle transazioni sul settore residenziale, con un balzo in avanti del 9,1% a/a che non solamente è migliore della prestazione media delle otto principali città italiane per popolazione (+ 3,4% a/a), ma risulta altresì essere sopra la complessiva media nazionale, che ha chiuso il quarto trimestre 2017 con una crescita tendenziale del 6,3% a/a. Milano si conferma altresì la seconda area urbana con il maggior peso in termini assoluti, con un numero di compravendite residenziali che nel periodo è stato pari a 6.461 unità, dietro alla sola Roma con 8.404 unità. Continua a leggere Milano, boom delle compravendite immobiliari a fine 2017

Mutui casa: il 2018 parte con – 10,8%, nuova flessione delle surroghe

La nuova flessione delle surroghe sul mercato creditizio italiano influenza negativamente l’intero comparto delle richieste di finanziamenti per la casa. È questa, in estrema sintesi, la panoramica di quanto accaduto a inizio 2018, caratterizzato da un mese di gennaio in cui le interrogazioni per le richieste di mutui casa sono calate del 10,8% rispetto a quanto non fosse stato rilevato nello stesso periodo dell’anno precedente. Continua a leggere Mutui casa: il 2018 parte con – 10,8%, nuova flessione delle surroghe

Barometro CRIF, nuova flessione delle richieste di mutui e surroghe

Stando ai dati recentemente elaborati all’interno del Barometro CRIF, nel mese di novembre le interrogazioni relative alle richieste di nuovi mutui e surroghe sono calate del 20,4% a/a, trascinando in un -10,3% a/a il dato relativo ai primi 11 mesi dell’anno. Una contrazione apparentemente grave, che tuttavia cela in via principale (e quasi esclusiva) il fatto che gli italiani stanno prevedibilmente perdendo interesse per la componente di surrogabilità dei finanziamenti già erogati. Continua a leggere Barometro CRIF, nuova flessione delle richieste di mutui e surroghe

detrazione intermediazioni immobiliari

Le spese di intermediazione immobiliare si possono scaricare: ecco come fare

Alla chiusura della dichiarazione dei redditi mancano ancora diverse mesi, ma è opportuno fin d’ora ricordare che – contrariamente a quanto alcuni ritengono – tra le le diverse opportunità che il legislatore fiscale ha deciso di riconoscere agli acquirenti di una prima casa, vi è anche la possibilità di godere di una detrazione Irpef del 19% sulle provvigioni che vengono pagate alle agenzie immobiliari o agli intermediari. Pertanto, anche il prossimo anno sarà possibile scaricare i costi di intermediazione che il soggetto acquirente ha sostenuto nel 2017, al fine di contribuire almeno in piccola parte ad abbassare il livello di imposte pagate sui redditi. Continua a leggere Le spese di intermediazione immobiliare si possono scaricare: ecco come fare

immobiliare_milano_OMI 2017

Compravendite di abitazioni, prosegue la crescita nel II trimestre 2017

I dati forniti dall’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate confermano che anche nel corso del II trimestre 2017 le compravendite di abitazioni hanno proseguito la loro strada al rialzo, con volumi transazionali di poco superiori a 145 mila unità, contro le circa 140 mila unità dello stesso periodo dell’anno precedente. Dunque, un buon andamento progressivo che – pur in rallentamento rispetto a quanto era stato elaborato nel corso del trimestre precedente – ribadisce il sentiero di risalita che il mattone tricolore è in grado di confermare da tre anni a questa parte. Continua a leggere Compravendite di abitazioni, prosegue la crescita nel II trimestre 2017

Deposito prezzo per acquisto casa: i soldi rimangono nelle casse dei notai

La recente legge sulla concorrenza ha apportato una novità non irrilevante sul mercato immobiliare, stabilendo che i soldi che sono depositati per la vendita della casa devono rimanere sul conto corrente del notaio fino al compimento dell’effettivo passaggio di proprietà. Una innovazione normativa che non sembra essere piaciuta a tutti, e che è finalizzata a tutelare al meglio la posizione dell’acquirente. Ma come funziona? Continua a leggere Deposito prezzo per acquisto casa: i soldi rimangono nelle casse dei notai

Mutui casa: calano tassi e tempi di erogazione

costo dei mutui casaStando alle ultime rilevazioni effettuata dalla Banca d’Italia sul comparto creditizio italiano, i tassi di interesse sui prestiti erogati alle famiglie italiane per l’acquisto di abitazioni, comprensivi delle spese accessorie collegate al mutuo, sono pari al 2,47 per cento, in lieve calo rispetto ai mesi precedenti.

Per il bollettino di agosto “Banche e moneta” dell’istituto monetario italiano, pertanto, il costo di un finanziamento destinato all’acquisto di una propria abitazione sta continuando a diminuire, prolungando un positivo trend che nella scorsa stagione sembrava essere destinato a invertirsi o, quanto meno, a stabilizzarsi. Continua a leggere Mutui casa: calano tassi e tempi di erogazione

Rendite catastali, lieve crescita nel 2016

Stando a quanto asseriscono i dati dell’Osservatorio del mercato immobiliare italiano, aggiornati al 31 dicembre 2016, le proprietà abitative censite negli archivi catastali corrispondono a una rendita complessiva di 16,9 miliardi di euro, in lieve crescita (83 milioni di euro in più ripsetto al 2015). Parte preponderante della rendita catastale (92% circa) è attribuita alle proprietà delle persone fisiche, per 15,6 miliardi di euro. Continua a leggere Rendite catastali, lieve crescita nel 2016