Continua a crescere il volume dei mutui erogati agli italiani

Report ABI marzo 2018 mutui casa
Condividi
  •  
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il bollettino di aprile dell’ABI conferma i buoni segnali di ripresa da parte del comparto creditizio tricolore. Come da attese, infatti, è in crescita la dinamica del totale dei prestiti alle famiglie, con un incremento che riguarda  altresì quello dei mutui casa, il cui stock – a febbraio 2018 – risultava essere maggiore del 2,6% su base tendenziale. Una buona notizia che, in aggiunta, risulta essere influenzata da una vera e propria impennata dei nuovi mutui, in grado di aprire le porte a un 2018 che potrebbe certificare la definitiva uscita dalle criticità.

Redditi, tassi e mercato le determinanti dello sviluppo

Pur brevemente, il report ABI si sofferma altresì nel delineare quali sono le principali motivazioni che avrebbero spinto il volume complessivo in discreto rialzo.

Se dunque all’aumento dei prestiti alle famiglie italiane – rammenta l’Associazione – ha contribuito sia il credito al consumo sia i mutui per l’acquisto di abitazioni, che sono aumentati in misura analoga praticamente ovunque, è anche vero che le determinanti di tale sviluppo sono ben differenti.

Da una parte, scrive ancora l’ABI, l’espansione del credito al consumo, generalmente sostenuta dai finanziamenti delle banche, è stata sospinta dall’incremento delle spese per i beni durevoli. Da un’altra parte, i mutui per l’acquisto delle abitazioni sono invece stati trascinati al rialzo da un mix favorevole costituito da un basso livello dei tassi (ne parleremo tra poco), da una buona stima sul futuro del mercato immobiliare e dalla crescita del reddito.

Un insieme, quello appena riassunto, dove non mancherebbero certamente i margini di approfondimento. I tassi di riferimento sul mercato interbancario continuano infatti ad essere sì favorevoli, con qualche timido segnale di risalita nel breve termine. A fronte di redditi in crescita, ma con un ritmo quasi scoraggiante, è invece più considerevole l’appoggio fornito dalle positive prospettive del mattone tricolore, che continua ad attirare acquirenti e investitori in misura piuttosto dinamica.

Tassi ai minimi storici: quanto durerà?

Come abbiamo avuto modo di condividere qualche riga fa, una delle determinanti che ha contribuito alla favorevole evoluzione del mercato creditizio dei mutui casa è certamente legata alla sussistenza di tassi bancari ai minimi storici. I  dati elaborati dall’Ufficio Analisi Economiche ABI indicano infatti come nel mese di marzo 2018 il tasso di interesse medio applicato sui finanziamenti alle famiglie per l’acquisto di nuove abitazioni sia stato pari all’1,90%, per una soglia da tempo ai minimi storici, e ben inferiore al 2,11% di un anno fa, o al 2,57% di due anni fa. Un dato, quello di marzo, che ha permesso al tasso medio ponderato sul totale delle consistenze di scendere ulteriormente, pur di 1 bp, dal 2,69% al 2,68% (anch’esso su livelli minimi storici).

Ma quanto durerà questo favorevole mantenimento del costo del denaro su soglie di così spiccata convenienza? Difficile prevedere un’inversione di tendenza di breve termine, con la conseguenza di poter affermare con ragionevole certezza che la situazione rimarrà quasi immutata per almeno tutto il 2018. Attenzione però a non sottovalutare i primi segnali di cambiamento dello scenario sottostante: mentre l’Euribor rimane fortemente negativo, l’IRS inizia a mostrare delle condizioni di apprezzamento, con la scadenza a 10 anni ora all’1,04% contro lo 0,83% di un anno fa.

Come da attese, infatti, è in crescita la dinamica del totale dei prestiti alle famiglie, con un incremento che riguarda  altresì quello dei mutui casa, il cui stock – a febbraio 2018 – risultava essere maggiore del 2,6% su base tendenziale. Una buona notizia che, in aggiunta, risulta essere influenzata da una vera e propria impennata dei nuovi mutui, in grado di aprire le porte a un 2018 che potrebbe certificare la definitiva uscita dalle criticità.

Richiedi Valutazione Gratuita Immobile
Vorresti conoscere la corretta valutazione di mercato di casa tua per venderla al miglior prezzo nel minor tempo? Contattaci
Rispettiamo la tua privacy, non cederemo (MAI) il tuo indirizzo email, riceverai solo quello che desideri e comunque potrai cancellarti in qualunque momento con un solo click
Leggi la Policy Privacy


Condividi
  •  
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*